AMELIA ROSSELLI

Cerchi una giustizia: non  l'avrai mai
ma il tuo cuore che in così largo dono
donò ai suoi figli (le viti arrampicanti)
osa, non osa, vuole, non vuole, è destinato
ad essere proprio come tutti gli altri?

Cerchi una risposta con impazienza e
scrivi versi così facendo di un caso
quasi pietoso (lo chiamarono illustre
poi) una più vasta larga conoscenza

di ogni tuo movente.                                                    

***

Ti vendo i miei fornelli, poi li sgraffi
e ti siedi impreparato sulla scrivania
se ti vendo il leggero giogo della
mia inferma mente, meno roba ho, più
contenta sono. Disfatta dalla pioggia
e dai dolori incommensurabile mestruazione
senilità che s'avvicina, petrolifera
immaginazione.

***

Il soggiorno in inferno era di natura divina
ma le lastre della provvidenza ruggivano nomi
retrogradi e le esperienze del passato si facevano
più voraci e la luna pendeva anch'essa non più
melanconica e le rose del giardino sfiorivano
lentamente al sole dolce. Se sfioravo il giardino
essa mi penetrava con la sua dolcezza nelle ossa
se  cantavo improvvisamente il sole cadeva. Non
era dunque la natura divina delle cose che scuoteva
il mio vigoroso animo ma la malinconia.

***

Se la colpa è degli uomini allora che Iddio venga
a chiamarmi fuori dalle sue mura di grossolana cinta
verdastra come l'alfabeto che non trovo. Se il muro
è una triste storia di congiunzioni fallite, allora
ch'io insegua le lepri digiune della mia tirannia
e sappia digiunare finché non è venuta la gran gloria.
Se l'inferno è una cosa vorace io temo allora essere
fra di quelli che portano le fiame in bocca e non
si nutrono d'aria! Ma il vento veloce che spazia
al di là dei confini sa coronare i miei sogni anche
di albe felici.

tratte da Le poesie, Milano, Garzanti, 1997

2 pensieri su “AMELIA ROSSELLI”

  1. Se l’inferno è una cosa vorace io temo allora essere
    fra di quelli che portano le fiame in bocca e non
    si nutrono d’aria! Ma il vento veloce che spazia
    al di là dei confini sa coronare i miei sogni anche
    di albe felici.
    la mia ADORATA Amelia
    grazie

I commenti sono chiusi.